mercoledì 2 febbraio 2011

Bird of Bebop



Presentazione
Questa storia è un chiaro excursus delle bizzarre e talvolta drammatiche vicende, che vedono protagonista il celebre musicista Charlie Parker; uno, o forse il più rilevante pioniere del genere bebop: la variante più frizzante e sregolata del Jazz. Al fine di rendere questa storia leggibile ma non noiosamente biografica, si è preferito giocare con una struttura narrativa non cronologica a schema scomposto. Ripercorriamo dunque la sua vita dando voce ai ricordi dei personaggi che hanno visto crescere e “cadere” il su detto genio.
Abbiamo voluto immaginare la diversa reazione delle persone, più o meno vicine a Parker,
lla notizia della suo inaspettato, seppur inevitabile, decesso. Erano in molti a credere nel talento innato del musicista, ma nessuno in grado di contrastare la sua sregolatezza e la forte dipendenza da eroina, molto diffusa nell’america degli anni 30/40.



Matite e inchiostri di Damjan Stanich
Soggetto e mezzetinte di Valeriana Cretella












My Fairy, My Witch

C’era una volta un uomo, o forse sarebbe più giusto dire: c’erano una volta delle storie, due donne e una favola metropolitana.  Nelle pagine scritte, la magia di un mondo a colori  e il racconto dell’ amore che travolge, dell’amore che incatena, dell’amicizia e dell’affetto dirompente. Un gioco di ruoli capace di trasformare le qualità umane in maschere,  
Di incarnare la grazia di una donna in quella di una fata, e la perdizione dei sensi in una stregoneria. Un racconto che attraverso la leggerezza della scrittura ricostruisce le emozioni dell’esistenza: rinuncia e possesso, vita e morte,azione e sospensione. Narrando a volte quasi disegnando, la storia comune di chi determinato, col duro sforzo,  riesce a superare le traversie della vita.  
Un romanzo metropolitano incastrato in una fiaba. 

                                                           di Angela Laghetto
Scritto da Luigi Vitiello 
Illustrazioni di Valeriana Cretella