domenica 4 dicembre 2011

martedì 4 ottobre 2011

Un divertente viaggio in un '500 a colori.

Sono mesi ormai che Dago si dimena tra toni e gradazioni cromatiche, 
sta volta è toccato a me tinteggiare alcune delle sue battaglie.

Di Robin Wood e Carlos Gomez.
Editoriale Aurea

domenica 10 aprile 2011

Centrifuga! Nasce la più eccentrica delle collaborazioni.

Centrifuga è una storia breve ideata e disegnata da Manuel de Carli , pubblicata in b/n sull' omonima  raccolta, uscita in concomitanza all'Happening Underground di Milano :

Questa è una pagina della versione a colori

     

lunedì 7 marzo 2011

ParkArt


16.04.2011
I Park Art Day 2011 @ Roma, IT

Guerriglia creativa urbana per la riconquista dello spazio pubblico, attraverso performance artistiche.

Sabato 16 aprile 2011, dalle h.15.00 a Roma, IT , in luogo ancora da definire, si svolgerà I Park Art Day 2011 , un’azione artistica collettiva auto-gestita che si riapproprierà dello spazio pubblico attraverso espressioni creative.

La manifestazione entra all'interno di un quadro più ampio, l' IPAday2011, giornata che vedrà coinvolte molte città italiane e europee con un 'evento che si svolgerà in contemporanea,
(Torino, Milano, Roma, Bologna, Palermo, Parigi, Londra, Madrid, etc...)

Il progetto di guerriglia creativa urbana I Park Art nasce da una riflessione sulla città contemporanea che vive sempre più l’occupazione massiva del suolo da parte delle auto. Con I Park Art gli spazi normalmente a loro destinati si trasformano in aree di sosta per esposizioni artistiche temporanee, con l’obiettivo di suscitare un cambiamento nella tradizionale fruizione dello spazio e stimolare reazioni nei passanti curiosi. Si crea così una galleria urbana di libera fruizione e interpretazione, a cui si aggiunge la variabile aleatoria di variare luoghi e date: l’arte si sposta, si mostra al pubblico e invade la città con la sua massa e il suo colore, si muove senza freno creando stupore e dichiarando con forza la propria esistenza.

L‘idea di I Park Art si basa sull’offerta temporanea di uno spazio espositivo, nell‘occupazione legale di un parcheggio pubblico delle auto, utilizzato però per esporre un’opera. Tramite il regolare pagamento del tagliando, si stipula un contratto che prevede la possibilità di occupare legittimamente una data porzione del suolo pubblico, formalmente adibita a parcheggio auto, che I Park Art trasforma in spazio creativo.

Alcune delle installazioni saranno anche create in loco dagli artisti, trasformandosi così in performance che coinvolgeranno cittadini e passanti, dando loro la possibilità di assistere al processo creativo dell’opera.

Parigi, Lima, Città del Messico, Milano, Roma, Torino e Genova sono solo alcune delle città che hanno già vissuto l’esperienza I Park Art.

L’idea è replicabile infinite volte, per scopi non commerciali, seguendo le poche regole che si trovano sul sito web :

www.iparkart.com


Per maggiori informazioni sul progetto I Park Art:

www.iparkart.com



I Park Art @ Tg3 Nazionale 15 maggio 2010: http://www.youtube.com/watch?v=G0m4YrEGHYY&playnext_from=TL&videos=AORCVjDuuRw

I Park Art @ L’edition Speciale – Canal + – 08.06.2010 :
http://www.youtube.com/watch?v=pE_iWbtA1Rw

mercoledì 2 febbraio 2011

Bird of Bebop



Presentazione
Questa storia è un chiaro excursus delle bizzarre e talvolta drammatiche vicende, che vedono protagonista il celebre musicista Charlie Parker; uno, o forse il più rilevante pioniere del genere bebop: la variante più frizzante e sregolata del Jazz. Al fine di rendere questa storia leggibile ma non noiosamente biografica, si è preferito giocare con una struttura narrativa non cronologica a schema scomposto. Ripercorriamo dunque la sua vita dando voce ai ricordi dei personaggi che hanno visto crescere e “cadere” il su detto genio.
Abbiamo voluto immaginare la diversa reazione delle persone, più o meno vicine a Parker,
lla notizia della suo inaspettato, seppur inevitabile, decesso. Erano in molti a credere nel talento innato del musicista, ma nessuno in grado di contrastare la sua sregolatezza e la forte dipendenza da eroina, molto diffusa nell’america degli anni 30/40.



Matite e inchiostri di Damjan Stanich
Soggetto e mezzetinte di Valeriana Cretella












My Fairy, My Witch

C’era una volta un uomo, o forse sarebbe più giusto dire: c’erano una volta delle storie, due donne e una favola metropolitana.  Nelle pagine scritte, la magia di un mondo a colori  e il racconto dell’ amore che travolge, dell’amore che incatena, dell’amicizia e dell’affetto dirompente. Un gioco di ruoli capace di trasformare le qualità umane in maschere,  
Di incarnare la grazia di una donna in quella di una fata, e la perdizione dei sensi in una stregoneria. Un racconto che attraverso la leggerezza della scrittura ricostruisce le emozioni dell’esistenza: rinuncia e possesso, vita e morte,azione e sospensione. Narrando a volte quasi disegnando, la storia comune di chi determinato, col duro sforzo,  riesce a superare le traversie della vita.  
Un romanzo metropolitano incastrato in una fiaba. 

                                                           di Angela Laghetto
Scritto da Luigi Vitiello 
Illustrazioni di Valeriana Cretella